Autore: David Conati
Musiche originali: Giannantonio Mutto
Genere: brillante
Personaggi: il testo è modulare è può coinvolgere da 5 a 15 attori

La storia bene o male la conoscono tutti: è la vicenda di una povera ragazza derisa dalle sorellastre e costretta dalla matrigna ai lavori più umili. Per il lieto fine della fiaba questa situazione cambierà grazie all'intervento di una buona fata, che trasformerà dei topi in cocchieri e una zucca in carrozza permettendo a Cenerentola di andare al ballo di corte dove, fuggendo allo scoccare della mezzanotte, perderà la famosa scarpina di cristallo che il principe troverà facendo la sua fortuna.

Questo è più o meno quello che si conosce, ma in realtà è l'unica versione della storia che si può raccontare o forse è possibile immaginare una fiaba diversa? E come sarebbe andata se invece che il Cavaliere di Perrault l'avessero scritta Eschilo o Euripide o Pirandello, o addirittura Shakespeare o Goldoni oppure Brecht o Ruzante tanto per citarne alcuni. La nostra eroina avrebbe sempre perso la scarpetta, e il principe sarebbe sempre riuscito a sposarla? La cosa divertente è stata proprio quella di confrontarsi e imitare lo stile dei diversi Autori, esperienza importante per chi scrive per il teatro. In fondo come dice un vecchio adagio "l'imitazione non è sempre una limitazione".

 

Richiedi il testo teatrale

 

CENTRO NAZIONALE DRAMMATURGIA ITALIANA CONTEMPORANEA

Spettacoli in circuito

Noi veneti

Veronesi... tuti mati!

PAURA, EH? QUESTO LO TOGLIEREMO. FORSE ;-)

Vai all'inizio della pagina